sabato 20 aprile 2013

La rosa

La rosa,
l’immarcescibile rosa che non canto,
quella che è peso e fragranza,
quella del nero giardino nell’alta notte,
quella di qualsiasi giardino e qualsiasi sera,
la rosa che risorge dalla tenue
cenere per l’arte dell’alchimia,
la rosa dei persiani e di Ariosto,
quella che sempre sta sola,
quella che sempre è la rosa delle rose,
il giovane fiore platonico,
l’ardente e cieca rosa che non canto,
la rosa irraggiungibile.
Jorge Luis Borges 

7 commenti:

  1. Versi profondi e molto significativi.Ciao

    RispondiElimina
  2. La delicatezza con cui ti esprimi è incantevole!

    pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Molto belli sia i versi che lo scatto. Mi piace la malinconia un po' decadente della poesia. Grazie.
    Buon fine settimana.
    Antonella

    RispondiElimina
  4. Grazie..apprezzo molto i vostri commenti!
    Ciao. Stefania

    RispondiElimina
  5. Ciao Stefy, un dolce inno alla rosa per immagine e versi!

    RispondiElimina
  6. Grazie, che cosa c'è di più bello d'una rosa?..
    Ciao

    RispondiElimina