giovedì 10 ottobre 2013

Arcobaleni

Chiuderò la curva dell’arcobaleno
per immaginarlo come la tua corona,
e con la riga dell’orizzonte in cielo
ci farò un bracciale di regina…
dicono che gli angeli amano in silenzio,
ed io nel tuo mi sono disperatamente perso.
Sento che respiri piano in questa cornetta,
maledetta, mi separa dalla tua bocca!
Correrò veloce contro le valanghe per poi regalarti la fiamma del vulcano,
respirerò dove l’abisso discende
e avrai tutte le piogge nella tua mano…
Max Gazzè – Il solito sesso

12 commenti:

  1. Bella immagine e frasi e versi molto belli.
    Ciao e buona notte cara Stefania.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tommaso, apprezzo il tuo commento. Ciao.

      Elimina
  2. I miei complimenti, Stefy una foto da cartolina. veramente bella
    Buon Venerdi
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio caro Maurizio, fatti da te i complimenti valgono il doppio grazie.
      Buona domenica.

      Elimina
  3. Mi piace la tua poesia... l'arcobaleno un incanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu, un grazie per la visita e per il tuo gradito commento.

      Elimina
  4. Una immagine incantevole che si sposa alla poesia, molto bella! Buona giornata Stepy!

    RispondiElimina
  5. Un quadro da ammirare la tua foto. Intriganti i versi. Ciao ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara Cettina, è sempre un piacere leggerti.
      Buona domenica.

      Elimina
  6. La canzone di Max è bellissima...e la tua immagine, altrettanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna ti leggo con piacere. A risentirci, buona domenica.

      Elimina